L’indeterminazione

→ Live from #1 : Frammenti di Anima

E gli occhi splendean come l’aurora,
Con la forza di un fiore
Che si schiude alla luce,
Verso nuovi porti, nuove luci,
Sulle spalle il peso l’esperienza,
E un briciolo di follia…

E gli occhi, quegli occhi,
Chissà cosa cercano,
Chissà cosa vedono
Nel buio della notte –
L’inconscio del Freud lo regalo
A chi vuole preoccuparsi
Degli sbagli, dei fantasmi,
Delle ombre di tempi passati…

E gli occhi, quegli occhi,
Non hanno paura, non più –
Piangono, ridono, osservano,
Lasciano fluire le sabbie ignote
Della vita, del destino,
Si cullano sulle note del caso,
Pronti a accettare, senza pretendere,
Pronti a sperare, senza cadere…

E tutto il resto, scivola via,
Tra voci e sussurri, risi e battute,
Si perde nell’immenso delle cose inutili…

E i finali tranquilli, sereni, felici,
Li lascio a chi non riesce a volare,
LI lascio a chi teme, soffre, trema
Di fronte al caos della vita;

Io resto nell’eterno rollio delle onde,
Io ardo tra le fiamme senza tregua,
Io oscillo tra gli estremi, tra gli opposti,
Bianco e nero, luce e ombre –
Inferno e paradiso mi appartengono,
Si giocano a dadi l’Anima mia;

Io corro, rido, grido, lotto, amo,
Io sogno, nella follia di chi si è già illuso,
Io combatto per qualcosa,
Un raggio di luce che splenda
Negli oscuri anfratti
Dell’Anima mia…

13/01/2012

2 pensieri su “L’indeterminazione

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...