Sulla penna

Sono frammenti di anima,
le dolci parole che scelsi per
descrivermi…

Mi piace vedermi come un cristallo. Un qualcosa di luminoso, brillante, lucente – un qualcosa dalle mille facce, mille spigoli, mille sfumature. Il sole cade sul cristallo e riflette una certa sfumatura – così, ognuna delle persone che hanno intrecciato la loro vita alla mia hanno scoperto un pezzetto di me, una sfumatura, una faccia… L’essenza, forse, resta sepolta nei profondi abissi dell’Anima, in attesa di qualcuno che la riesca a sollevare…

Questa sono io – il resto, scopritelo voi… Semplicemente, leggetemi.🙂

Cosine interessanti: artisablast2013.wordpress.com – fotovitaly.wordpress.com

149 pensieri su “Sulla penna

  1. Dell’analogia tra una persona e un cristallo ricordo che ne parlai anche io tanto tempo fa e leggerla qui, trovare che qualcuno la pensi come me è stupendo… Bellissimo blog🙂

  2. Meraviglia la tua Rabbia in Frammenti di Anima vista su YouTube sono contenta che tu sia venuta a trovarmi sul mio blog…..così ho potuto conoscerti…..mi sento un po’ come la tua anima…..Complimenti ! Da oggi anche io ti seguirò.

  3. Ciao, Simona. Grazie di essere passata dal mio blog e di avere lasciato la tua traccia permettendomi di raggiungerto. Sono felice di constatare che abbiamo cari amici in comune. Mi piace molto il “cristallo” non solo perchè riflette la luce ma anche perchè, certe circostanze, è anche in grado di scomporla. Ho l’impressione che anche tu sia veramente così. Tornerò a trovarti e spero che anche tu faccia altrettanto. Buona serata.

  4. ciao Simona! ho appena scoperto il tuo blog… da quello che ho letto fin qui abbiamo molte cose in comune. Anche io vivo nella lucente Padania (…) e quindi capisco bene quello che dici, e poi anche io scrivo. Racconti più che altro, di poesie ne ho scritte pochissime e quando ero più piccola.
    Ti mando un grande abbraccio!

  5. Cara Simona, mi sto destreggiando nel Tuo blog. Non ho la mente così raffinata come la Tua, i miei blog sono puramente visivi e nulla di scritto. Compimenti, è raro, per me che provengo dal mondo della fotografia, leggere cose così interessanti,hai un’intelligenza superlativa. Un caro saluto.

  6. Ciao Simona, grazie per il like al mio post ( le parole che non ti ho detto…) su foodandlovers. E grazie per le parole d’amore che trovi e dici. Buona vita.
    Marco

  7. Hallo!!! Innanzitutto grazie per il like al post, mi ha fatto scoprire il tuo blog che, oltre ad avere lo stesso sfondo del mio quindi 100mila punti a tuo favore, da quel poco che ho potuto vedere è molto interessante! Tornerò presto a leggere qualcosa di vecchio, nel frattempo complimenti e buone feste!
    Mchan

  8. grazie simona, il mio sito è in costruzione e i “pensieri” sono quasi tutti di persone che vengono a camminare con me, ma uno, nelle raccolte, è sempre mio. Anche a me piacciono le poesie, sopratutto gli haiku.
    Complimenti però per la tua raccolta, davvero. Un buon 2013 pieno di parole vere e vive.

  9. Spesso trovo dei tuoi like sul mio blog. A volte mi meraviglio che qualcuno possa likeare qualche mio cervellotico post. Che dire, ti ringrazio e Buon Natale
    Fabrizio
    scusa, che mare è quello della foto?…

  10. Nell’oceano web è difficile incontrarsi, eppure a volte succede. Tu nel mio blog e io, per curiosità, nel tuo. Ci dividono l’età e forse anche alcune idee politiche di fondo (non preoccuparti assomigliano molto a quelle della mia figlia maggiore…) eppure mi piace come scrivi, mi piace la tua arguzia e il tuo umorismo. Questo può bastare per coltivare un’amicizia.
    Nicola

  11. Scoprirsi ricchi nell’animo , ricolmi di sentimento ,
    essere verstili,
    gioiosi, vivi!!
    Pronti ad amare ,
    Ma allo stesso qual tempo , ….
    Soffrire, morire dentro per un amore non corrisposto,
    Caricare la vite senza fine dello spirito ingabbiato dentro il mio cuore,
    Per affrontare un nuovo giorno,
    E …..
    E scoprire come le volte precedenti , l’ennesimo no.
    Ma coerente con me stesso avanzo e continuo ad amare.
    Questo sono io.
    Un Saluto
    Roland Marcoli

  12. Ciao, volevo ringraziarti per l’assiduo appoggio. Noto con piacere che la scrittura è la tua seconda pelle e che ragione con il tuo cervello anziché qualcuno preso in prestito.

  13. Grazie, ma ti interessa anche la cucina? Per me è un’altra sfaccettatura del cristallo della vita. E’ importante perchè “la cucina” non è solo mangiare, ma è far vivere quella parte umana di noi che però non può essere disgiunta dal lato sentimentale.
    Mi ritrovo in te perchè per me la vita, come dicevo, è un cristallo, con molti lati che alle volte si oscurano e alle volte brillano troppo.
    Si tratta, come sempre, di cercare l’equlibrio, così come in cucina si deve cercare l’equlibrio dei sapori e dei colori, così nella vita deve essere lo stesso.
    Ciao

  14. Ciao Simona, grazie di essere passata da me e aver letto. Mi fa sempre piacere quando qualcuno lascia anche il segno del suo passaggio. Io non sono molto presente quindi non passa molta gente dal mio blog, al contrario del tuo. Comunque volevo farti i complimenti per quello che scrivi! E una domanda: le foto che posti sono tutte tue? Ce ne sono tante davvero belle (ho la passione della fotografia e il mio occhio cade sempre sulle immagini che incontro). Buona continuazione!

    • ce ne sono un paio, di foto, che non sono mie, a parte naturalmente i meravigliosi quadri di Lushpin, e sono questa http://wp.me/a1Y7az-be (tratta dal film “The tree of life”), questa http://wp.me/a1Y7az-7H (internet), e quelle sui post vecchi vecchi (prima di febbraio 2012), tranne le frasi delle canzoni, che sono mie…🙂
      Le ultime foto sì, sono fatte da me: sto imparando qualcosina di fotografia e mi diverto come una matta a immortalare ogni dettaglio!😛
      Grazie della visita, e a presto!🙂

  15. ciao Simona , una curiosità , tu sei una poetessa /scrittrice solo sul blog o anche hai un editore? noi teniamo una rassegna dobve presentiamo autori /poeti scrittori emergenti…Non sarebbe male creare una rassegna dedicata agli autori che sono presenti sul blog…
    Baranzate è alle porte di milano, se sei interessata mandami una email a
    nicola.visalli@comune.baranzate.mi.it

  16. Anche io adoro la trasparenza del cristallo e mi piace
    come ti sei descritta. Il cristallo cattura la luce e la proietta
    intorno a sè, bellissima immagine. Grazie per essere passata
    da me, buon tutto, Lori.

      • Anch’io avevo un blog, qualche anno fa. Ma non era certo delicato come quello di Simona! Si chiamava “Inferno capitalista”! Politica estrema! Qui l’ambiente è assai più accogliente.

      • Non sono convinto che non ci siano poi tutte queste differenze. Vorrei motivare, ma mi sto ancora riprendendo da ieri sera. Un giorno lo farò. Loggiuro (non succederà mai).

          • Molto in breve, in realtà l’unica cosa che accomuna (in modo stretto) un uomo ad un altro, è la razza (quella umana).
            A livello somatico ci sono già enormi differenze tra (per esempio) un africano e un indiano (senza connotazioni razziste, prima che si fraintenda).
            Alle differenze somatiche si aggiungono quelle socio-culturali che, in linea di massima, danno vita ad un’eterogeneità non indifferente. Indubbiamente ci potrebbero essere molti punti di incontro e tanti altri punti di “scontro” (dove per scontro si intende la presenza di punti di vista differenti), ma dire che non ci sia molta differenza, mi pare un’affermazione errata.
            Sono stato più prolisso di quanto avrei voluto, ma shit happenz.

          • Hai ragione, ma quello che intendevo dire io era che, per quanto spesso ci crediamo unici e incompresi dal mondo, a volte quello che provo/penso/dico/scrivo è molto simile a quello che ha provato/pensato/detto/scritto Tizio, o Caio, seppur con modi e espressioni diverse. È quello che accade quando leggi un ottimo libro, e ti ritrovi perfettamente in quel personaggio…🙂

          • Sì, ero conscio che ti riferissi anche a quell’aspetto, ma le opzioni erano:

            – Tediare il prossimo tuo
            – Fare l’albero di Natale
            – Studiare.

            Dato che non ho intenzione di fare l’albero e tra poco studierò, mi sembra ovvio per cosa abbia scelto io.

  17. Adesso per me, è tempo di solitudine. Assisto immobile alla furia della guerra che ho dentro. Pensieri come enormi vascelli bruciano nello scontro impari con le lugubri forze dell’ovvietà e del qualunquismo, nel mare in tempesta di un giorno dietro l’altro. Non ricordo più com’è iniziata questa guerra. Ho perso la memoria delle verità che mi infuocavano. Mi sono guardato intorno e non ho visto nessuno. Sono rimasto solo, nel mio deserto.
    Grazie per…cos’è? un “mi piace”? Grazie di cuore…foss’anche per un’illusione…
    Non sapevo dove scriverlo, e l’ho lasciato qui…and

    • Temo che sia difficile rispondere a un commento…così!
      Se posso dirti la mia, apprezza la tua solitudine, la tua forza, la tua autosufficienza, ma ricorda sempre che là fuori c’è qualcuno che vale la pena di essere conosciuto, capito, ascoltato, letto, amato…
      Grazie a te, Simona

      • Non cercavo risposte, ad un commento così! E’ solo un attimo per rifiatare, o forse, provare a riascoltare la propria voce…So di cosa parli, quando scrivi “là fuori”…ci sono stato, vivendo ogni attimo come nascita e morte, inizio e fine, alba e tramonto…stavo scrivendo da un’altra parte quando ho ricevuto la mail di conferma…Volevo solo ringraziarti, tutto qui. A presto, and

  18. Hai scritto: “L’essenza, forse, resta sepolta nei profondi abissi dell’Anima, in attesa di qualcuno che la riesca a sollevare…” . Ma credo che il fatto stesso che tu possa scrivere cose così, sia già “elevazione”. Semplicemente animi sensibili come il tuo rappresentano una complicazione in questa landa desolata… Comunque sia, grazie per il contributo che doni ad ognuno di noi …

  19. Ciao Simona, sono rimasta veramente piacevolmente sorpresa nel vedere che hai visitato il mio Blog appena aperto e che ti piace. Ti ringrazio per questo bel regalo. Sono entrata nel tuo Blog per conoscerti meglio e devo farti i complimenti, hai un bellissimo Blog, sarà un piacere per me continuare a seguirti. A presto Isabella

  20. Persone che hanno scoperto o forse illuminato una parte di te, intrecciando la loro vita alla tua.😉 Grazie per essere passata da me e piacere di sapere che sei nell’etere!

  21. Ciao Simona.
    Sono contento che ti sia piaciuto il mio post e di conseguenza ho visitato il tuo.
    Devo ammettere che sono sempre titubante nei confronti della poesia ma sono rimasto impressionato dalle atmosfere di Lushpin.
    Veramente interessante, proverò a seguirti.
    Una domanda, che poi faccio a tutti coloro che si palesano sul blog (ma per la quale ottengo poche risposte): perchè ti è piaciuto il post?

    Luca

    • Ti ringrazio per essere passto di qui!🙂
      Il tuo blog mi ha intrigato perché riesce a raccogliere tutti i tuoi interessi in vari “side” – almeno, questa è stata la mia impressione!
      Buona vita, Simona

  22. Ciao Simona, volevo ringraziarti per le tue visite al mio blog e per il tuo apprezzamento.ai miei scritti. Ho letto alcuni dei tuoi scritti e non posso non farti i compliemti per la tua scrittura, semplice e profonda, ma soprattutto sentita.Ciao, Silvano

  23. Ciao Simona!
    Volevo ringraziarti, con colpevole ritardo, delle visite al blog e degli apprezzamenti. Cercherò di seguire le tue evoluzioni poetiche, in mezzo al rozzo qualunquismo, uno sguardo limpido è uno squarcio brillante di luce nuova.
    A presto
    Alessandro

  24. Nella scala evolutiva il cristallo è la massima evoluzione del regno Minerale; ogni sfaccettatura un livello maggiore che riceve e riflette la Luce del Cosmo. Sarà interessante seguirti.
    Love
    L

  25. Donna di poliedrico mistero…nascosta nell’oscurità del proprio cuore luminoso!
    Piacere di averTi incontrata!
    Il Tuo spazio d’Anima respira la Tua presenza impalpabile…
    A presto
    Un cordiale saluto
    Claudio

  26. Buon martedì Simona, ricambio la visita. Apprezzando le parole che hai usato per definirti, condivido il concetto di essenza celata ad altri e custodita da tutte le sfaccettature.

  27. Cara Simona, conosci l’iniziativa Prima I Lettori? Hai voglia di partecipare? non c’è fretta l’iniziativa dura fino a maggio del 2013. ogni due mesi ci troviamo a milano per leggere quel che ci viene segnalato. se ti piace vieni ancora a trovarci e vota i testi che ti sono piaciuti di più (oltre che a spedirci a primailettori@gmail.com gli estratti dei romanzi che ti sono piaciuti maggiormente) ciao sandro

  28. Davvero molto bello ciò che scrivi, così profondo e così interessante nel modo in cui è espresso che mi sento attratta da queste parole!
    E mi trovo così in sintonia con ciò che sta scritto proprio qui.
    C’è gente che vede e che vuole vedere solo alcune sfumature, c’è Gente che invece riesce a farti scoprire delle sfumature che neppure tu sapevi di avere🙂 o almeno nel mio caso, è spesso così!
    E la parola che più rispecchia ciò che penso io è “essenza”. Un termine che, secondo me, racchiude tutto quanto.
    A presto,
    Elisa🙂

    • Ognuno sceglie i termini che sente più vicini, più affini: avrai notato che io preferisco l’Anima.. Ma il concetto non cambia: le parole parlano – o almeno ci provano – a ognuno di noi, regalando ogni volta un significato diverso.. esattamente come succede con le persone che incontriamo nella nostra vita!😉
      A presto, s.

  29. Ho letto sul tuo Blog cose bellissime o meglio ho percepito sensazioni che scaturiscono naturali da un insieme di parole come facciamo tutti su questi argomenti. Ognuno presenta la sua faccia migliore cercando a tutti i costi di nascondere cio’ di piu’ caro che ha oppure semplicemente cerca di difendersi da attacchi esterni troppo violenti. La magia e’ trovare i percorsi segreti di ognuno di noi e percorrerli con tanta magia e comprensione. Solo cosi’ ci capiamo e capiamo l’altro !
    Sei grande.
    Ciao.

  30. un pezzetto, una sfaccettatura… certo, ma non una faccia.. poichè quello che non fa parte della tua personalità è l’ipocrisia.. un lato, una pagina di sicuro ma non un volto.. anche perchè leggere un libro così è come vivere nell’irrefrenabile voglia di dire e poi? e poi che succederà nel nuovo capitolo?l’essenza naturlmente aspetterà chi saprà cullarla… ma fino ad allora ci saranno tutti coloro che sono stati in grado di apprezzare anche una sola sfumatura dell’intero cristallo… tra loro ci sarò anche io nel mio piccolo, che giorno per giorno scopro qualcosa di nuovo finendo quel famoso capitolo.. be posso dire di essere felice di aver vissuto a pieno alcune sfumature della tua vita…

    • Ma la mia sensazione è davvero che ognuno veda una faccia diversa di me… A seconda di tante cose, dell’ambiente, delle persone, delle situazioni… Anche se resto sempre io, sempre lo stesso cristallo…🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...